Babyloss Awareness Day

15 ottobre 2012
Babyloss Awareness Day
Giornata del ricordo 
L’appello dei genitori di Paolo

11 - 18 Ottobre: Settimana Internazionale della consapevolezza sulla morte dei bambini durante e dopo la gravidanza (Baby Loss Awareness Days).

Molte associazioni in tutto il mondo si uniscono in una settimana di eventi e manifestazioni, che culminano il 15 ottobre con la “Wave of light”: partecipa anche tu agli eventi in Italia. 
I primi Baby Loss Awareness Days (letteralmente: giorno della consapevolezza della perdita infantile) sono nati circa 10 anni fa dalla volontà delle associazioni di genitori statunitensi ed inglesi e adesso vengono celebrati in moltissimi Paesi; da quest’anno anche l’Italia ha aderito al 15 Ottobre per iniziativa delle mamme di CiaoLapo e grazie al prezioso contributo delle altre associazioni italiane aderenti.

L’obiettivo principale della giornata è dare la possibilità a tutti i genitori di onorare in modo speciale la memoria dei loro bambini, attraverso piccoli gesti simbolici. Per quest’anno è stata organizzata una Wave of light, ossia l’accensione di una candela alle 20 ora italiana, in contemporanea con gli altri Paesi.
Il 15 Ottobre non è solo il giorno del ricordo ma è anche il giorno della consapevolezza, e quindi dell’informazione al grande pubblico. E’ il giorno in cui le famiglie possono apertamente rendere partecipi gli altri del processo di elaborazione del lutto, del significato della perdita e anche di come poter affrontare il dolore dando un significato profondo e costruttivo a ciò che è avvenuto.

E’ il giorno in cui i genitori provano a “rompere” il muro di indifferenza che circonda il lutto perinatale, cercando di aprire un varco e di comunicare agli altri il significato e l’essenza del lutto, infrangendo il tabù della morte.
E’ un giorno in cui il grido silenzioso di dolore di chi ha perso un figlio può arrivare alle orecchie di chi di fronte alla morte, spesso per paura scappa.

È il giorno in cui chi ha perso un bambino può sentirsi meno solo.

Il 15 ottobre è un giorno in cui il ricordo e la commozione alleviano la pena, e riempiono un po’ il grande vuoto che chi muore, a qualsiasi età, lascia nei nostri cuori. Inoltre, grazie alle iniziative pubbliche, il 15 Ottobre è il giorno in cui nuove famiglie possono incontrare associazioni di genitori coinvolti nell’automutuoaiuto, e decidere di iniziare un percorso, vedendo riconosciuti in maniera semplice ed empatica i loro normali bisogni e le loro emozioni del lutto.

In senso lato, il Baby Loss Awareness Day è anche un giorno di“prevenzione”; la cultura della salute in gravidanza è ancora troppo poco diffusa e spesso le donne incinte non sono realmente consapevoli di quelli che sono i rischi più importanti, di come riconoscere i segnali subdoli di patologia, e più in generale di come monitorare l’andamento corretto della loro gestazione, a partire dal controllo consapevole dei movimenti fetali.

Il Baby Loss Awareness Day è l’esempio di come i genitori, le famiglie e le associazioni possano collaborare tra loro e con le istituzioni, primi fra tutti i comuni e le aziende sanitarie, in modo da costruire la salute e promuovere nell’individuo e nelle famiglie il benessere fisico e quello psicologico.

Il 15 ottobre alle ore 20.00 Vi chiediamo di accendere una candela. Formeremo insieme un’Onda du luce che si propaga progressivamente in tutto il mondo, a ricordo di quelle stelle che hanno fatto parte della nostra vita e che occupano il nostro cuore tutti i giorni.

Grazie di cuore
Angelina e Roberto, Mamma e Papà di Paolo Rossignoli

Famiglia membro di Semi per la Sids Onlus
www.sidsitalia.it

Vedi l’area dedicata alla prevenzione della Sids.

Tags: 

Data: 

Martedì, 9 Ottobre, 2012
Ultimo aggiornamento: 17/10/2013