Estate: bentornati sole e caldo, ma fate attenzione alla salute dei bambini

 

tramonto bambino spiaggia

Dopo una primavera più fredda e piovosa del solito, oggi si celebra finalmente il solstizio d’estate, che segna l’inizio nel periodo più caldo dell’anno. Con temperature elevate, giornate più lunghe e la scuola finita, è la stagione in cui si cerca di trascorrere più tempo possibile all’aperto con i propri bambini: protagonista il sole.

Nonostante abbia effetti benefici per l’umore e la salute (è infatti fonte naturale di vitamina D), l’eccessiva esposizione a radiazioni UV può produrre effetti poco piacevoli come scottature, foto-cheratiti e foto-congiuntiviti. Per questo è importante fare attenzione all’esposizione dei bambini al sole. Per evitare rischi è bene seguire le seguenti indicazioni:

  • tenere i bambini di età inferiore a 12 mesi sempre al riparo dalla luce diretta del sole;
  • limitare l’esposizione al sole dei bambini durante le ore più calde della giornata (dalle 11.00 alle 16.00) proteggerli con abbigliamento adeguato, cappellino e occhiali;
  • applicare filtri solari a fattore di protezione elevato ed adeguato al fototipo, ovvero facendo particolare attenzione nel caso di persone con carnagione chiara e capelli rossi o biondi. I filtri solari non sono un modo per prolungare il tempo di esposizione al sole, per aumentarne l’efficacia protettiva è meglio applicarli prima di uscire all’aperto;
  • far bere spesso i bambini, soprattutto quelli più piccoli che si disidratano più facilmente.

 

Per approfondimenti consulta

 

Tags: 

Data: 

Venerdì, 21 Giugno, 2019
Ultimo aggiornamento: 21/06/2019