EXPO 2015 con l'acido folico

               
 
Stili di vita, corretta alimentazione in gravidanza e prevenzione delle patologie congenite
  
Il miglior amico delle donne che aspettano un bambino "è la vitamina B9, meglio conosciuta come acido folico". Lo ha ribadito il ricercatore del Centro Nazionale Malattie Rare dell'Istituto Superiore di Sanità (ISS), Paolo Salerno, in occasione del convegno 'Stili di vita, corretta alimentazione in gravidanza e prevenzione delle patologie congenite', organizzato a Expo dal Ministero della Salute.
 
“La carenza di vitamina B9 (più nota come acido folico) rappresenta uno dei principali fattori di rischio per lo sviluppo nel neonato di gravi malformazioni del sistema nervoso centrale, tra cui la più nota è la spina bifida”, spiega Salerno. 
Lo sviluppo delle strutture embrionali da cui si formeranno il cervello e il midollo spinale del feto, si completa appena 28 giorni dopo il concepimento, quando spesso la donna ancora non sa di essere in gravidanza. 
Alcune semplici azioni di prevenzione da attuare prima della gravidanza sono in grado di ridurre fino al 70 % il rischio che il neonato sviluppi queste patologie congenite.
Da qui l’importanza di assumere l’acido folico prima del concepimento e proseguire per tutto il primo trimestre di gravidanza.
È infatti raccomandata l’assunzione di 0,4 mg al giorno di acido folico a tutte le donne in età fertile, sia che programmino una gravidanza, che non ne escludano la possibilità, oppure che non usino metodi contraccettivi di sicura efficacia.
 
Per saperne di più visita la pagina del sito dedicata
Per ulteriori informazioni sull’evento visita la pagina di EXPO 2015
 
                               
 
Il Ministero inoltre collabora con EXPO 2015 in una serie di altre iniziative che costituiscono l’occasione per focalizzare e declinare - nel quadro più generale degli impegni del Governo italiano - la riflessione globale sul tema prescelto per l'esposizione, “Nutrire il pianeta. Energia per la vita” in termini di benessere e di salute. 
L’insieme delle azioni mirate con il nome di comprende tra le altre azioni di comunicazione multimediale la produzione di uno spot mirato sulla corretta alimentazione e diversi prodotti informativi digitali che vengono diffusi in diverse aree di Expo, proiettati su monitor.
Lo spot e gli altri prodotti editoriali informativi realizzati in formato digitale (pillole informative, opuscoli, spot e video) verranno diffusi anche nelle pagine dedicate alle attività del Ministero sul sito web all’interno di Padiglione Italia e in quattro mega schermi dell’arteria principale di Expo (il Cardo) per un totale di 3.500 passaggi. 
Puoi conoscere tutte le Azioni per Expo del Ministero della Salute visitando il link del sito 
 

Tags: 

Data: 

Lunedì, 3 Agosto, 2015
Ultimo aggiornamento: 05/11/2015