Fumo in gravidanza e problemi di udito

Fumare in gravidanza aumenta le probabilità di sordità del bambino: è questo il risultato di un recente studio condotto da un gruppo di ricercatori dell'Università di New York.

La ricerca, incentrata sia sul’abitudine materna al fumo in gravidanza che sull’esposizione al fumo passivo, è stata condotta su un gruppo di 964 bambini di età compresa fra i 12 e i 16 anni, i cui genitori, avevano partecipato precedentemente alla National Health and Nutrition Examination Survey nel 2005-2006. Lo studio riportato da Cufrad (Centro specializzato per la cura dell'Alcolismo e delle patologie correlate) e pubblicato sulla rivista Jama Otolaryngology evidenzia che l’esposizione al fumo in utero, riscontrata nel 16% dei ragazzi, alza la soglia uditiva ai toni puri e triplica le probabilità di una perdita di udito unilaterale alle basse frequenze.

La perdita di udito va ad aggiungersi alla lunga serie di conseguenze negative che il tabagismo può avere sulla salute del bambino.


 Per saperne di più vedi la notizia riportata su Cufrad e l’articolo di Jama

Tags: 

Data: 

Lunedì, 12 Agosto, 2013
Ultimo aggiornamento: 18/11/2013