Fumo in gravidanza: problemi di cuore al nascituro

Fumare in gravidanza può provocare problemi di cuore per il nascituro con un maggior rischio che può raggiungere il 70% in più rispetto a chi non fuma.
L’allarme, riportato da Cufrad  giunge dal Seattle Childern's hospital che ha presentato la ricerca a un congresso pediatrico di Vancouver.
I dati mostrati sono allarmanti: le donne che fumano sigarette durante il primo trimestre di gravidanza provocano nel loro bimbo il rischio di patologie congenite al cuore in una percentuale che tocca il 70 per cento in più di possibilità.
I ricercatori americani sono giunti a queste conclusioni dopo aver hanno analizzato più 14mila casi di bambini nati con difetti cardiaci far il 1989 e il 2011.
 
"I nati da mamme fumatrici avevano dal 50 al 70% di rischio in più di avere difetti alle valvole cardiache e ai vasi che trasportano il sangue ai polmoni, e circa il 20% di rischio in più di avere difetti al setto atriale, cioè la presenza di fori nella parete che separa le due camere del cuore, anomalie che richiedono interventi invasivi per correggerle” – ha spiegato il coordinatore dello studio, Patrick Sullivan.
 
"Più si fuma e più si rischia e le donne fumatrici che hanno superato i 35 anni di età corrono rischi ancora maggiori”.
 
Per saperne di più clicca qui.
 

Tags: 

Data: 

Venerdì, 9 Maggio, 2014