L’importanza di una sana alimentazione, anche d’estate

Con l’estate e il caldo è particolarmente importante proporre ai bambini un’alimentazione varia ed equilibrata, ricca di frutta e verdura di stagione.  

bambina anguria

È importante tenere presente che il caldo porta una riduzione fisiologica dell’appetito anche nei bambini più piccoli. È particolarmente importante quindi non forzare il bambino a finire la porzione a tutti i costi. È preferibile invece proporgli alimenti freschi e semplici, anche più volte se li rifiuta: alcuni studi hanno dimostrato che il bimbo inizia a mangiare un cibo anche dopo che gli è stato offerto per 10-20 volte.

È importante sottolineare inoltre che i bambini imparano per imitazione. Perciò è bene che anche per gli adulti che mangiano con loro di dare il buon esempio, seguendo una dieta varia, ricca di frutta e verdura.

È inoltre fondamentale che il bambino beva spesso, per evitare la disidratazione, evitando bevande gassate e zuccherate. Anche il neonato ha bisogno di bere molto acqua. Il latte materno, da solo, fornisce esattamente la quantità di cui il bambino ha bisogno: l’88% circa del latte è costituito da acqua. Quindi il bambino allattato non ha bisogno di altra acqua oltre a quella che assume poppando.

Attorno al sesto mese di vita, quando il bambino dimostra di essere pronto, si inizierà invece con l’introduzione degli alimenti solidi nella sua dieta: offritegli un’ampia varietà di alimenti sani, freschi e di sicura provenienza in modo che si abitui fin da piccolo a mangiare correttamente; l’estate offre una grande varietà di frutta e verdura di stagione, approfittantene! È importante fare attenzione sempre nella selezione e nella preparazione dei cibi in modo che siano sicuri oltre che sani, prevenendo il rischio soffocamento. Ad esempio, possono essere pericolosi alimenti piccoli e rotondi come le mozzarelline, conformi alle vie aeree del bambino, come le carote a fette, o alimenti appiccicosi o con una forte aderenza, ad esempio le pesche, le susine, il prosciutto crudo. È importante soprattutto tagliare il cibo in pezzi piccoli ed anche in senso longitudinale, fare in modo che il bambino non metta troppo cibo in bocca ed evitare che mangi mentre corre, gioca o è impegnato in altre attività.

Tags: 

Data: 

Giovedì, 11 Luglio, 2019
Ultimo aggiornamento: 12/07/2019