L'Ospedale “Alto vicentino” di Santorso nominato Ospedale amico dei bambini

                     

Si è tenuta il 14 giugno 2018, nella sala riunioni dell’Ospedale Alto Vicentino, la cerimonia per la nomina da parte dell’UNICEF Italia dell’Ospedale di Santorso ad “Ospedale Amico dei Bambini” per la promozione, la protezione e il sostegno dell’allattamento.

Si tratta del sesto “Ospedale Amico” in Veneto, assieme a Bassano, San Bonifacio (i primi due in Italia sin dal 2001), Bussolengo, Feltre e Mestre.

Erano presenti alla cerimonia oltre ad UNICEF, alle Direzioni dell’Ospedale e dell’Azienda ULSS 7 Pedemontana e al personale sanitario, anche i componenti dell’Esecutivo dei Sindaci del Distretto 2 Alto Vicentino (Lugo di Vicenza, Schio, Thiene, Malo, Santorso, Marano Vicentino e Villaverla), la rappresentante dei gruppi di mamme per il sostegno alla pari, il titolare della Farmacia Amica dell’Allattamento Materno di S. Vito di Leguzzano, i coordinatori del Programma Regionale “Ospedali e Comunità Amici del bambino OMS/UNICEF” e la rappresentanza della Direzione della Prevenzione della Regione Veneto. La sala era inoltre animata dalle mamme che hanno partorito nell’Ospedale di Santorso e che hanno vissuto l’esperienza dell’allattamento assieme ai loro i bambini.

Un Ospedale è nominato “Amico dei Bambini” quando ha intrapreso con successo una trasformazione dell’assistenza a mamme e bambini nel proprio Punto Nascita, applicando i Dieci passi per la promozione, la protezione ed il sostegno dell’allattamento materno.
Il Percorso per diventare “Ospedale Amico dei Bambini” è molto impegnativo e richiede la conquista da parte di tutto il personale di una mentalità che pone al centro della propria attenzione la coppia mamma-bambino, i padri, la famiglia intorno a loro, nel segno della concreta applicazione dei diritti dell’infanzia promossi dall’UNICEF.
L’Ospedale si impegna inoltre, come previsto dal Codice internazionale dei sostituti del latte materno, a non accettare campioni gratuiti o a buon mercato di surrogati del latte materno, biberon o tettarelle al fine di proteggere mamme e bambini dalle forti pressioni del marketing degli alimenti per la primissima infanzia.

«Questo ambito riconoscimento, nota Giorgio Roberti, Direttore Generale, è un premio non solo per tutto il personale del Dipartimento Materno Infantile dell’Ospedale “Alto Vicentino” ma per tutti coloro che, lavorando insieme, hanno profuso passione e professionalità in un progetto iniziato nel 2011. L’équipe medico-infermieristica dell’Ospedale, guidata dal direttore di Pediatria, dr. Massimo Scollo, dal direttore della ginecologia e ostetricia, dr. Marcello Scollo e dalle dottoresse Alessandro Cesaro e Francesca Opocher, referenti del progetto, si è impegnata da tempo per il raggiungimento di questo obiettivo, costruendo un solido terreno culturale a favore dell'allattamento materno.

FONTI / BIGLIOGRAFIA

Unicef Italia. L'ospedale "Alto vicentino ” di Santorso nominato Ospedale amico dei bambini.

Tags: 

Data: 

Giovedì, 19 Luglio, 2018