Morbillo in Europa, dati 2011

L’Oms lancia un allarme nell’ultimo rapporto sull’andamento del virus del morbillo in Europa (dicembre 2011). Nel 2011 sono stati registrati diversi focolai in 36 Paesi europei per un totale di 26 mila nuovi casi (dei quali l’83% interessano l’Europa occidentale), con  7288 ospedalizzazioni e 9 decessi. Il 90% sono adolescenti e adulti non vaccinati. La Francia è stata la nazione con il più alto numero di casi (circa 14 mila) e di morti (ben 6). L’epidemia che ha interessato l’Europa occidentale è stata una delle più estese al mondo insieme a quelle che si sono verificate nella Repubblica Democratica del Congo (oltre 100 mila casi), in Nigeria e Somalia (entrambe con 15 mila casi registrati) oltre a diversi focolai in altri Paesi quali il Brasile, Canada ed Australia che sono stati correlati all’epidemia europea. Altre epidemie si segnalano nella regione del Sud-Est asiatico  responsabili della maggior parte dei focolai registrati negli Stati Uniti: il morbillo sta riemergendo e si stima sia responsabile di 164 mila decessi in età pediatrica ogni anno (pari a 450 morti al giorno) nel mondo. 

La ragione principale per questo incremento nella trasmissione e nei focolai di morbillo è la mancata vaccinazione. È necessario aumentare la domanda di vaccinazione per raggiungere e sostenere una copertura almeno del 95% con 2 dosi di vaccino contro il morbillo, non solo nei bambini ma anche nei giovani adulti; occorre mettere in atto tempestivamente misure di controllo efficaci per limitare e isolare i focolai; rafforzare la sorveglianza per identificare prontamente i casi. L’obiettivo dell’Oms è di eliminare il morbillo entro il 2015. In Italia, gli ultimi dati disponibili (EpiCentro) segnalano varie epidemie di morbillo, alcune ancora in corso. Complessivamente dal 1 ottobre 2010 al 30 aprile 2011 sono stati segnalati 1994 casi in 17 Regioni. Sono state rilevate oltre 500 complicanze tra cui 43 casi di polmonite. Alcuni casi hanno riportato più di una complicanza e il 17% è stato ricoverato. In linea con le raccomandazioni Oms nel marzo 2011 è stato approvato il Piano per l’eliminazione del morbillo e della Rosolia congenita 2010-2015 per rispondere a questo problema dal quale il nostro Paese non è esente.

Link Epicentrowww.epicentro.iss.it/focus/morbillo/morbillo.asp

Aggiornamento del ministero della Salute sulla situazione del morbillo in Europa 

Tags: 

Data: 

Venerdì, 13 Gennaio, 2012
Ultimo aggiornamento: 17/10/2013