Poliomielite

L’Oms dichiara l’emergenza sanitaria internazionale.
 
Epicentro riporta la recente dichiarazione del Direttore Generale dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms) di emergenza di sanità pubblica di rilevanza internazionale  a seguito della diffusione straordinaria del virus polio registrata nel 2014, e quindi del rischio di salute pubblica che questa pone a livello internazionale e della necessità di intervenire con azioni coordinate. 
 La decisione è stata presa dopo la valutazione effettuata dal Comitato di emergenza riunitosi appositamente il 28 aprile 2014. 
Hanno partecipato alle discussioni anche le nazioni in cui permane la circolazione di virus polio: Afghanistan, Camerun, Guinea equatoriale, Etiopia, Israele, Nigeria, Pakistan, Somalia e Siria.
 
La conclusione del Comitato di dichiarare l’emergenza sanitaria mondiale è stata unanime e rappresenta il massimo livello di allarme sanitario possibile. È solo la seconda volta nella storia dell’Oms (la prima è stata con la pandemia influenzale 2009-10) che viene dichiarato questo tipo di emergenza.
 
L’appello dell’Oms viene riportato anche da Vaccinarsì che evidenzia che adulti infetti, che si sono spostati da un Paese all’altro, hanno contribuito a provocare il 60% dei 417 casi di poliomielite del 2013.
In pratica, solo un caso su tre si è verificato in quelle nazioni in cui la polio è ancora endemica (Afghanistan, Pakistan e Nigeria, mentre due su tre si sono verificati in Paesi polio-free.
 
 
 

Tags: 

Data: 

Mercoledì, 14 Maggio, 2014
Ultimo aggiornamento: 01/08/2014