Vittime della strada

Si è celebrata domenica 18 novembre la Giornata Mondiale del ricordo delle vittime della strada, istituita dall’ONU e sostenuta dalla pagina https://worlddayofremembrance.org/, con lo slogan “Roads have stories”, le strade hanno storie.

Purtroppo, in questi anni le strade italiane non hanno storie positive da raccontare.

Come ricorda l’Associazione italiana Famigliari e Vittime della strada infatti, il 2017 e il 2018 sono stati segnati da risultati negativi per quanto riguarda l’andamento degli incidenti stradali in Italia, con una media di quasi 10 morti al giorno, in aumento soprattutto fra i pedoni.

A noi di GenitoriPiù questo argomento è caro anche alla luce di altri dati: nel 2017 sono state 25 le vittime della strada con meno di 14 anni, e 8.396 i piccoli feriti spesso rimasti invalidi in maniera permanente (Ministero della Salute).

Proprio per affermare la sicurezza dei più piccoli, diversi attori istituzionali – Ministero della Salute, Ministero dei Trasporti, Polizia di Stato e diverse società e associazioni scientifiche pediatriche – hanno realizzato la campagna di sensibilizzazione “Bimbi in auto”.

Con una serie di opuscoli e video la campagna ricorda le regole principali per garantire la sicurezza dei passeggeri più piccoli:

  • Usa sempre il seggiolino. Non tenerlo mai in braccio, anche per brevissimi tragitti
  • Acquista il dispositivo più adeguato ed accertati che sia omologato
  • Usa i dispositivi più adatti alle loro dimensioni, anche nei primi mesi di vita
  • Monta il seggiolino nella posizione corretta
  • Sopporta i suoi strilli, ma allacciagli sempre le cinture
  • Sì al peluche! No al lecca-lecca!

Per approfondire, leggi la nostra sezione dedicata alla sicurezza in auto e a casa: Proteggete il vostro bambino prima e dopo la nascita, dentro e fuori casa.

 

                Sicurezza bambini in auto

 

 

Tags: 

Data: 

Mercoledì, 21 Novembre, 2018
Ultimo aggiornamento: Mercoledì, 21 Novembre, 2018 - 11:17