Newsletter di aprile 2017

Se non visualizzi correttamente la newsletter consultala sul sito

Comunicare Salute

Alcuni recenti accadimenti hanno evidenziato come la sensibilità della collettività rispetto alla salute non si possa dare per scontata e come, quella di mamma e bambino in particolare, richieda ancora più protezione, contrastando i comportamenti dannosi ed implementando la conoscenza e la disseminazione di quelli virtuosi. Su questo entrano in gioco le istituzioni, come nel caso in cui anche allattare in strutture pubbliche è diventata una questione di rilevanza che ha indotto il Ministero per la Semplificazione e la Pubblica Amministrazione ad emanare una Direttiva sui comportamenti e atti ostativi all’allattamento nella Pubblica Amministrazione.

Le istituzioni espletano anche un ruolo importante nella raccolta e nella pubblicazione dei dati relativi alla salute come strumento essenziale per la programmazione sanitaria. Molti dati utili a capire la situazione nel nostro paese relativamente alla preparazione alla vita, la nascita e i servizi collegati all’assistenza alle mamme sono consultabili infatti nell’ultimo rapporto Cedap (Certificato di assistenza al parto) pubblicato dal ministero della Salute con i dati 2014. Il documento costituisce a livello nazionale la più ricca fonte di informazioni sanitarie, epidemiologiche e socio-demografiche relative all’evento nascita.

Normare, proteggere, monitorare, ma non solo: comunicare. Infatti le istituzioni si stanno sempre più specializzando anche nel comunicare la salute, diventando un settore ancora più consapevole dell'importanza di sapere interloquire con i diversi referenti e con la popolazione e mettere in atto strategie di comunicazione efficaci, soprattutto su argomenti critici come purtroppo sono diventate le politiche vaccinali.

Nonostante questo, purtroppo, succede ancora che la gente creda alle false notizie, benchè superate, che circolano su internet, ad esempio, che il vaccino MPR provochi l’autismo, inoltre, molti genitori continuano a pensare che tutto sommato, morbillo, rosolia, pertosse siano malattie “naturali” dell’infanzia che rinforzano il sistema immunitario se contratte: niente di più distorto, pericoloso e scientificamente infondato.

Il fenomeno, come è noto, ha avuto il tempo di creare i suoi gravi danni: un’erosione della fiducia nei programmi di vaccinazione ed una conseguente diminuzione delle coperture vaccinali.

Per queste ragioni è necessario più che mai continuare ad elaborare strategie ed interventi di corretta comunicazione e di contrasto. Le azioni di comunicazione e prevenzione stanno dimostrando la loro efficacia, in Veneto va consolidandosi infatti un’inversione di tendenza ed il progressivo miglioramento delle coperture vaccinali.

A tal merito, proprio nel mese di aprile, si sono concentrati alcuni eventi di comunicazione che costituiscono una risposta importante alle carenze e distorsioni informative alla base della “crisi vaccinazioni”. Si è svolto infatti il Convegno “Vaccinarsi Conviene. Comunicazione in ambito vaccinale nell’era del WEB" tenutosi a Padova il 28 aprile 2017.

 

Per trasmettere il messaggio che Vaccinarsi Conviene, ma non solo, è necessario che tutti capiscano che Vaccinarsi Conviene, non tanto perché è prescritto, ma perchè è un diritto che conferisce al singolo e alla comunità uno strumento di protezione della salute ed accedervi non dev’essere un privilegio. Per continuare a diffondere l’importanza delle vaccinazioni ed una corretta informazione tra genitori, operatori e professionisti sanitari, decisori politici e media, si istituiscono ricorrenze globali come la Settimana Europea delle Vaccinazioni, svoltasi dal 24 al 30 Aprile.

Nel solco di questi eventi si collocano anche azioni più specifiche come quelle celebrate in occasione della Giornata Mondiale della Meningite del 24 aprile di ogni anno.

 

Tra le ricorrenze del mese di aprile abbiamo segnalato anche la Giornata Nazionale della Salute della Donna con moltissime iniziative sul territorio: visite gratuite, screening, eventi informativi e di sensibilizzazione in ogni parte d’Italia.

 

E’ stato inoltre già lanciato recentemente da WABA il tema della Settimana per l’Allattamento Materno (SAM) 2017. Il motto quest’anno è: “Sostenere l’allattamento insieme”. In Italia l’iniziativa è promossa da MAMI, dal 1 al 7 ottobre e raggruppa gli sforzi di tutti i promotori dell’allattamento materno, i governi e gli enti, per sensibilizzare l’opinione pubblica e per generare sostegno.

 

Sempre focalizzando l’attenzione sulla salute umana, sul suo potenziale ed il suo valore sin ai suoi esordi, nel contesto degli approfondimenti in tema di psicologia clinica perinatale, segnaliamo il Seminario Internazionale “I primi mille giorni di vita: sviluppo neuropsichico del feto/bambino/futuro adulto” che si terrà Venerdì 12 maggio 2017, presso l’Università degli Studi di Brescia.

 

Come consuetudine, riportiamo infine alcuni articoli dal numero della Rivista Quaderni ACP di marzo-aprile 2017 che forniscono l’occasione su temi di attuale interesse.