Newsletter giugno 2017

Se non visualizzi correttamente la newsletter consultata sul sito.

Prevenire meglio che curare. Allattare, vaccinare e leggere un libro per crescere insieme a loro

Questo mese anticipiamo l’uscita della nostra Newsletter agganciandoci a quella di maggio che introduceva un discorso intorno alle decisioni prese recentemente sulle vaccinazioni e il cammino dell’obbligatorietà. Ritorniamo sul compito delle istituzioni di promuovere ed educare alla salute, che sta alla base del processo di empowerment dei cittadini.

Il recentissimo Decreto Legge sull'obbligo vaccinale, entrato in vigore il 7 giugno 2017 e il dibattito già in corso in questo periodo risuonano come ricordato nei diversi appuntamenti scientifici. Sono infatti diventate 12 le vaccinazioni obbligatorie, per i minori di età compresa tra zero e sedici anni, secondo le specifiche indicazioni contenute nel Calendario vaccinale nazionale.

Al tal proposito, ricordiamo nuovamente, per gli operatori dell’area vaccinazioni, il Convegno Nazionale "Castelbrando 8. La prevenzione serve. Servire il Paese, servire al Paese", in programma per i prossimi 19 e 20 Giugno, presso l’Aula Magna del Seminario Vescovile a Vittorio Veneto (Treviso), dove gli esperti e gli operatori del settore si riuniranno per discutere a 360° di prevenzione e anche di come agire in questo nuovo assetto dovuto all’entrata in vigore della nuova normativa in ambito vaccinale.

Occupandoci prima delle emergenze del momento non vogliamo tralasciare però il continuo lavoro di rinforzo sulle indicazioni essenziali a una crescita sana dei bambini, che le istituzioni si impegnano a tutelare in via continuativa; in materia di tutela della salute, vogliamo ricordare una ricorrenza significativa: il 21 maggio 1981, 36 anni fa, veniva adottato dall’Assemblea Mondiale della Sanità il Codice Internazionale sulla Commercializzazione dei Sostituti del Latte Materno. Un nome difficile, presto abbreviato in “il Codice” che costituisce lo scudo ideale a difesa dell’informazione corretta e bilanciata sulla nutrizione ottimale del neonato.

L’essere umano è un’unità non solo biologica, ma anche psicologica. Nutrire la mente di un bambino e sostenerlo nella crescita anche emotiva, psicologica, relazionale e non da ultimo cognitiva può essere un compito molto facile, come ad esempio la lettura di un libro o comunque l’approccio precoce a un libro: piccole attenzioni che portano con se un grande potenziale. È per questo che vogliamo segnalare UPPLA’, la novità da UPPA, la rivista per i genitori, indipendente e senza pubblicità, scritta e diffusa dagli esperti dell'infanzia. UPPA la leggevano solo “i grandi”. Perché allora non rivolgersi anche ai bambini?